Se c’è una cosa che rende la felicità una chimera è pensare che debba essere uno stato stabile e permanente. Una sorta di ingresso nel paradiso che continua, senza interruzioni, per tutta la vita.

La felicità è una emozione e, come tutte le emozioni, è transitoria. Certamente rispondere con delusione alla sua scomparsa – come se ci avesse tradito andandosene – non rende più probabile il fatto di essere felici. Chi tornerebbe a trovare spesso un amico che fa troppe storie al momento del saluto?

Il punto è un altro: dedichiamo la nostra attenzione ai tanti momenti di gioia della nostra giornata o li consideriamo troppo piccoli per prestarci attenzione? Facciamo con i momenti positivi esattamente quello che facciamo con i momenti negativi? Li esploriamo con il pensiero per tenerli più a lungo nella nostra attenzione, oppure, appena sorgono, iniziamo a pensare che svaniranno ben presto?

Passare pochi momenti al giorno celebrando l’arte della felicità non è impossibile: basta accorgersi quando sorge una piccola gioia e tenerla sotto braccio fino a che non svanisce. Sarà un modo per camminare nella bellezza, una celebrazione della vittoria delle piccole cose. Il riconoscimento che, il migliore allenamento alla felicità è la gratitudine per quella felicità che è già presente nella nostra vita.

Forse avete notato che il senso del sé ci dice tutto il tempo che non siamo completi: ci comunica che dobbiamo arrivare da qualche altra parte, raggiungere ciò che occorre, realizzare, acquisire completezza e felicità, contare qualcosa o molto, cavarcela bene, tutte cose in parte vere, relativamente vere, e in quanto tali intuizioni da onorare. Ma dimentica di ricordarci, a un livello più profondo, al di là delle apparenze e del tempo, che tutto ciò che va raggiunto o realizzato è già qui, ora, che non esiste un «miglioramento» del sé ma solo un conoscerne la natura insieme vuota e piena e perciò stesso profondamente utile.Jon Kabat Zinn

Pratica di mindfulness: La pratica informale

© Nicoletta Cinotti 2016 Dimorare nel presente dimorare nel corpo Foto di ©_ta’_

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!