Negli anni ’70, in psicologia, prevaleva l’idea della mente come un computer con un hard disk e dei programmi diversi da persona a persona, a seconda delle esperienze di vita. È stata una metafora che ha avuto molto successo ed è stata abbandonata con difficoltà anche se le evidenze neuro-scientifiche non la sostenevano più.

Capisco perchè ci piaceva. Perchè a volte vorremmo essere una iperbole di efficienza e, a volte, in effetti, funzioniamo come una macchina. Per farlo abbiamo solo bisogno di aumentare i nostri automatismi e ridurre le nostre emozioni. Le emozioni infatti danno significato e i significati attivano riflessione. Tutte cose che alle macchine non piacciono. Le macchine funzionano senza significati. Quelli glieli diamo noi. La macchinetta del caffè non saprà mai cos’è il caffè per noi. Per noi il caffè è cosi importante che quando si rompe la macchinetta proviamo un piccolo dolore, in virtù del significato che ha il caffè che la macchinetta produce.

Questo amare gli automatismi perchè ci fanno sentire efficienti, ha una piccola ma non insignificante ricaduta sulle relazioni: se cerchiamo di parlare con il cuore ad una persona che è in modalità macchina succede un casino. Nessuno dei due capisce che il problema non sono le parole ma il livello di funzionamento sul quale siamo. Così, prima di dire parole inutili, prima di esporre emozioni fragili, controlliamo di essere entrambi in modalità umana. È una piccola attenzione che salva la vita.

Il crepacuore nasce dalla sensazione che le cose dovrebbero essere in un modo e, invece, siamo delusi perchè scopriamo che sono in un altro. Lodro Rinzler

Pratica di mindfulness: La consapevolezza del respiro

© Nicoletta Cinotti 2017 Dimorare nel presente, dimorare nel corpo Foto di ©Massimo Catusi (Never Stop Exploring)

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!