Man mano che la mia pratica va avanti ho la sensazione, sempre più definita, che ci sia qualcosa che si scioglie.

All’inizio ho accolto questa sensazione con sollievo. Il peso delle difese, ad un certo punto, diventa più insostenibile delle possibili ferite dalle quali dovrebbe proteggere.

Poi è arrivato un senso di sorpresa, come se le conseguenze di questa nuova vulnerabilità potessero portare più stupore che pericolo. Stupore per una semplicità e una sincerità che mi sembravano di una profondità inaspettata.

Adesso invece comprendo meglio cosa significa tornare a casa. Questo sciogliersi infatti mi riporta barlumi di una me stessa autentica e un po’ sepolta dagli affanni quotidiani. E, qualche volta, nelle giornate luminose, si aprono squarci su luoghi bui che temevo e che, invece, sono preziosi. Così, alla fine, quando la maschera si scioglie, scopri che davvero ne avresti potuto fare a meno anche molto prima. Era la paura che la teneva su e adesso è la compassione che la fa sciogliere. La compassione è un nuovo/vecchio antidoto alla paura. E la mindfulness, mentre svela, cura.

Mindfulness is revealing and healing. Thich Nhat Hanh

Pratica di mindfulness: Self compassion breathing

© Nicoletta Cinotti 2015

Quadro di Salvador Dalì Sonno 1937; Foto di ©RasMarley

 

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!