E’ un principio bioenergetico fondamentale che si perda il contatto con la parte del corpo in cui esiste una tensione muscolare cronica.

Questa perdita è simile all’assideramento: non fa sentire più nulla, nemmeno il freddo.

Quando si scioglie l’assideramento la prima sensazione che emerge spesso è dolore, ma quel dolore è molto più salutare dell’assideramento – senza sensazioni – che lo precedeva.

E’ per questo che spesso il lavoro corporeo è scomodo: passiamo dall’assideramento al sentire di nuovo cò che abbiamo eliminato.

Ma quel dolore o fastidio iniziale ci riporta vitalità e conduce ad un pacere più ampio e completo. Ecco perché svegliare il corpo è svegliare la gioia.

© Nicoletta Cinotti 2014   Svegliare il corpo                          Dopo un grande dolore viene un senso solenne, i nervi stan composti, come tombe.

Il cuore irrigidito chiede se proprio lui

scioglieresoffrì tanto? Fu ieri o qualche secolo fa?

I piedi vanno attorno come automi per un’arida via

di terra o d’aria o di qualsiasi cosa, indifferenti ormai:

una pace di quarzo come un sasso.

Questa è l’ora di piombo,

e chi le sopravvive

la ricorda come gli assiderati rammentano la neve;

prima il freddo, poi lo stupore, infine l’inerzia. E. Dickinson

 

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!