Nelle settimane precedenti abbiamo messo le basi per la sceneggiatura della nostra vita: note semiserie, eroi e avventure popolano ormai il nostro quaderno e siamo pronti quindi per la regia ossia, il giornale dei nostri sogni!

Il giornale dei sogni

Tutti noi sogniamo, alcuni di notte solamente, altri solo di giorno e i più golosi sognano giorno e notte. In effetti queste note si riferiscono ai sogni notturni ma possono essere usate anche per i “sogni ad occhi aperti”!sognare

In questo caso il primo strumento è la memoria, perché i sogni svaniscono molto velocemente, forse perché hanno, in sè, un potenziale a dir poco rivoluzionario, forse perché la mattina tutto scorre molto velocemente…in ogni caso i primi appunti del sogno possono essere anche solo verbali… iniziamo cioè raccontandoceli a voce alta, magari mentre ci laviamo o ci vestiamo (ovviamente avvertiamo i nostri coabitanti che potrebbero non gradire tante chiacchiere al risveglio!).

Superato lo scoglio della memoria, tiriamo fuori il nostro quaderno, meglio se un quaderno a fogli mobili o un pc perché la scrittura è un processo con molte revisioni.

Scriviamo la trama

Sogno1Iniziamo a scrivere considerando il nostro sogno non diversamente da un film di cui siamo stati i registi. Buttiamo giù la trama e, dopo averla scritta, mettiamo un titolo alla nostra sceneggiatura.Il titolo è importante e in genere si basa sull’immagine più insolita o carica di significato. Ricorda di segnare anche la data perché ti servirà in seguito, quando vorrai capire, sulla base dei tuoi sogni, dove ti stai dirigendo in questo momento della tua vita.

Poi passa al dettaglio e prova a rispondere ad alcune domande base:

  • Quali erano i miei sentimenti al risveglio? Buon umore o cattivo umore?
  • Ci sono dei fatti avvenuti nei 2/3 giorni precedenti al sogno che compaiono come elementi?
  • Dove si svolge il sogno? Cosa ti suggerisce quel luogo? Come regista scegli quel luogo per dare quale informazione ai tuoi spettatori?

E soprattutto, come regista del sogno, proponi agli spettatori quella scena per dare loro quale messaggio? Per metterli in quale stato d’animo?

Nessuna trama regge senza buoni personaggi

Spesso siamo noi gli interpreti principali dei nostri sogni e, anche se non lo siamo direttamente, il sogno rappresenta sempre lo scenario interiore ed esterno del sognatore. Il personaggio principale, indipendentemente dal fatto che sia o meno rappresentato da noi, è il nostro Io e l’avventura che il sogno descrive è il nostro ” compito di sviluppo”, il percorso che cerchiamo di realizzare in questo momento della nostra vita.sogno2

Raramente siamo solo noi i protagonisti, spesso compaiono altri personaggi conosciuti o sconosciuti. Proviamo a domandarci che ruolo svolgono questi personaggi nella trama del sogno-film.

  • Chi è che mi ostacola nel sogno o il nemico da cui cerco di sfuggire? In che modo lo fa?
  • Chi – o che cosa – mi aiuta e diventa una specie di ancora di salvezza?
  • A cosa servono le comparse? Sono figure minacciose, neutre o positive?

Ovviamente nessuna trama deve essere svelata subito fino in fondo e così ci vediamo la prossima settimana per un nuovo aggiornamento sul Giornale dei sogni!

a cura di Nicoletta Cinotti

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!