Quando siamo aperti nei confronti degli altri siamo anche più vulnerabili.

mettersi dalla parte del giustoPer questa ragione conosciamo la vergogna e l’umiliazione.

Due emozioni che ci fanno rinchiudere e che – a volte – ci rendono prigionieri di noi stessi.

Cerchiamo di evitarle mettendoci dalla parte del giusto. Ma non è facile tacitare il disagio che ci danno. E il senso di isolamento che comportano.

Sciogliere il bruciante dolore di queste due emozioni è difficile perché si accompagnano con la sensazione di essere stati traditi. Ingiustamente traditi. E di poter essere di nuovo traditi.

Allora non possiamo che aspettare. Dare a noi stessi il segnale che siamo aperti e radicati a sufficienza per rischiare di fare capolino – di nuovo – alla nostra vita.

La vergogna, come il senso di colpa, è un ostacolo all’accettazione di se stessi. Ci rende coscienti del nostro stato e ci priva della spontaneità che è l’essenza del piacere. Mette l’Io contro il corpo e distrugge l’unità della persona. Alexander Lowen

Pratica del giorno: Grounding e Addolcire, confortarsi, aprire

© Nicoletta Cinotti 2014  Ammorbidire il cuore

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!