Luce bianca sui vetri

Con il tempo buon l’inverno che arriva è una manciata di bambini

fioriti nel parco, l’azzurro tocca il cielo senza nuvole

ogni solitudine si concede al tempo, ogni solitudine sprofonda

e si distoglie. Luce bianca, pietra e metallo nell’aria,

con il ritmo di uno scalpellino, un qualche uccello che non conosco

lascia il suo verso farsi novembre,

di punta in punta crescere e scomparire

e dappertutto non è il posto in cui cercare

nel silenzio acceso delle ossa, nella testa.

Dappertutto non è il posto in cui cercare.

Pierluigi Cappello

Foto di © Isabelle D

La copia di questo contenuto non è consentita

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

Subscribe

* indicates required
Vuoi ricevere
Email Format

Iscrizione Completata con Successo!