Simone de Beavoir ne Il secondo sesso scrive “L’erotismo è un movimento verso l’altro, questo è il suo carattere essenziale”. Tuttavia nei nostro sforzi di consolidare l’intimità cerchiamo spesso di eliminare l’alterità, precludendo in questo modo al desiderio lo spazio necessario per svilupparsi.

Cerchiamo l’intimità per proteggerci dalla solitudine e tuttavia creare la distanza essenziale all’erotismo significa fare un passo indietro dalla comodità e sentirci più soli. A mio parere la nostra capacità di tollerare la separatezza e la fondamentale insicurezza che ne deriva è una condizione essenziale per mantenere l’interesse e il desiderio in una relazione. Invece di tendere continuamente alla vicinanza, affermo che le coppie farebbero meglio a curare le loro personalità distinte. Se l’idea di coltivare la separatezza suona troppo aspra, pensiamola come un modo di nutrire il proprio Sé.

Jacques Salomè parla della necessità di sviluppare un’intimità personale con se stessi come compensazione della coppia. È una bella immagine che mette l’accento sulla connessione con se stessi piuttosto che sulla distanza dal partner. Nella nostra reciproca intimità facciamo l’amore, abbiamo dei figli e condividiamo lo spazio fisico e gli interessi. In realtà fondiamo insieme le parti essenziali delle nostre vite. Ma essenziali non vuol dire tutte. L’intimità personale delinea una zona privata che richiede tolleranza e rispetto. È uno spazio fisico, emotivo, intellettuale che appartiene solo a noi. Non tutto deve essere svelato. Tutti dovrebbero coltivare un giardino segreto

L’amore gode del sapere tutto dell’altro: il desiderio ha bisogno di mistero. L’amore ama accorciare la distanza tra me e te, mentre il desiderio ne trae energia. Se con la ripetizione e la familiarità l’intimità cresce, l’erotismo invece ne è offuscato. Vive del mistero, della novità, dell’inaspettato. Amare è avere, desiderare è volere. In quanto espressione dello struggimento il desiderio richiede una costante elusività. Non interessa tanto dove è già stato ma dove potrà andare ancora. Troppo spesso le coppie che si assestano nei conforti dell’amore smettono di alimentare la fiamma del desiderio. Dimenticano che il fuoco ha bisogno di aria.

Ester Perel per la Rubrica “Addomesticare pensieri selvatici” ©www.nicolettacinotti.net

Photo by José Ignacio García Zajaczkowski on Unsplash

Eventi correlati

Milano. Amore e passione tra mindfulness e bioenergetica

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!