Copia di IMG_2772Ogni tanto, tra me e me, faccio due chiacchiere con il mio Protettore distaccato. Lo so che è nato con l’idea di proteggermi e prendere le distanze da ciò che mi fa soffrire. So che le sue intenzioni sono buone e che evitare è il suo motto preferito. Evitare i conflitti, evitare il dolore, evitare i problemi. A volte, quando sono proprio di buon umore, lo chiamo Evi, il Grande Evitante. Lo immagino come un austero signore dietro il quale mi nascondo. Lo mando avanti per scansare ogni evenienza.

Alla fine però mi sento soffocare dalla sua rassicurante presenza, che mi impedisce di fare questo e quello. Così ho deciso, ogni mattina, di parlarci un po’ per vedere se, insieme, riusciamo a percorrere un’altra strada.

Abbiamo fatto un patto: lui mi dice cosa lo mette in azione e io lo rassicuro. Oggi mi ha detto che ha paura di sentire. Gli ho ricordato il profumo dell’aria dopo la pioggia. Il riposo dopo la fatica. L’aprirsi e chiudere della porta del respiro. Mi è sembrato più calmo e mi ha detto che oggi posso sentire, almeno un po’, la giornata che mi aspetta.

Poesia del giorno: L’uccello azzurro

Pratica del giorno: Self compassion breathing

© Nicoletta Cinotti 2014 Mindfulness e bioenergetica

Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti alla nostra comunità.

Riceverai per 7 giorni un post quotidiano di pratica.

Poi potrai scegliere se iscriverti alla rivista Con Grazia e Grinta che esce ogni Domenica oppure alla Newsletter quotidiana con spunti di pratica e link a file audio di meditazione

I tuoi dati personali saranno tutelati  nel rispetto della privacy del GDPR e non saranno diffusi ad altri.

leggi come usiamo i tuoi dati (informativa sulla privacy)

 

Vuoi ricevere

Iscrizione Completata con Successo!